Pranic Healing o Mumbo Jumbo?

di | Gennaio 7, 2021

Qualche anno fa a mia moglie è stata diagnosticata la miastenia grave. Una condizione in cui il sistema immunitario automatico è iperattivo, portando alla progressiva degenerazione dell’attività muscolare. È iniziato con palpebre e muscoli facciali cadenti, seguito da debolezza delle braccia e del collo. Abbiamo sempre temuto che cadesse nella cosiddetta crisi della miastenia in cui i polmoni non funzionavano. Ha avuto una di queste crisi; fortunatamente siamo riusciti a portarla in ospedale all’ultimo minuto. . Ha subito tutti i trattamenti prescritti, compreso un intervento chirurgico per rimuovere la ghiandola del timo. Il trattamento era basato sulla somministrazione di steroidi. Sfortunatamente, mia moglie non ha risposto bene a questo farmaco e ha avuto attacchi di psicosi. Dopo diversi tentativi, il medico ha dovuto svezzarla senza steroidi.

Un amico ha suggerito farmaci alternativi per mia moglie. Eravamo sull’orlo della sanità mentale poiché gli steroidi (il famigerato secondo round) erano stati gradualmente eliminati per oltre due settimane e tuttavia non c’erano segni di alleviare la sua psicosi. Abbiamo incontrato un vecchio amico di famiglia che si è offerto di guarire durante la prima sessione di EFT, seguita da sessioni di guarigione più intense dal suo Guru. Nel frattempo, un cugino che era lui stesso un pranic healer ci ha messo in contatto con un famoso pranic healer di Chennai, in India.

Dopo diversi mesi di trattamento a distanza, mia moglie ha mostrato chiari segni di miglioramento. La sua psicosi si è completamente placata, stava bene e gradualmente è diventata sempre più sicura. Ha attraversato una fase di piccoli attacchi di ansia quando si è chiesta cosa stesse realmente causando i suoi problemi. Questi attacchi si sono gradualmente attenuati e ora sono quasi inesistenti. .

Sono propenso a credere che il trattamento a distanza sia stato uno dei motivi principali del suo miglioramento mentale. Non c’è un modo logico per capire come abbia aiutato, ma certamente lo ha fatto. Ho detto al suo medico che, oltre ai farmaci che aveva prescritto, mia moglie era sottoposta a cure praniche. Ha solo alzato le spalle e non ha fatto commenti. Ciò che non diceva sembrava mostrare una disposizione cinica verso queste forme di trattamento. D’altra parte, un amico medico noto e capace crede che tali tecniche di guarigione spirituale siano preziose e ci ha incoraggiato a continuare a usarle.

Un’alternativa potrebbe essere stata una visita da uno psichiatra, diversi cicli di test tramite CAT EEG, ecc. E poi somministrare farmaci ancora più potenti. Grazie a Dio la terapia alternativa sembra aver funzionato e grazie a Dio per la guarigione pranica. Siamo lieti che il trattamento combinato abbia finalmente portato alla sua piena e completa guarigione, e mia moglie è tornata a se stessa amorevole e piacevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *