Trattare la malattia di Huntington con la medicina ortomolecolare

di | Gennaio 7, 2021

Il trattamento e il trattamento della malattia di Huntington con amminoacidi comuni è la pietra angolare della medicina ortomolecolare. Grandi dosi di proteine ​​naturali chiamate amminoacidi possono riparare gli squilibri nel cervello e riparare il suo malfunzionamento. Questi amminoacidi sono poco costosi e vengono utilizzati a dosi terapeutiche molto maggiori di quelle normalmente presenti negli alimenti. Il concetto di medicina ortomolecolare si basa sull’uso di dosi molto elevate di vitamine, minerali, aminoacidi o estratti vegetali per riparare le cellule e migliorare la normale funzione cerebrale.

La malattia di Huntington ha diversi sintomi che possono essere migliorati attraverso l’uso della medicina ortomolecolare. I problemi associati alla malattia di Huntington includono disturbi dell’umore, depressione, cambiamenti di personalità, goffaggine, demenza, movimenti muscolari involontari e possono essere trattati con alte dosi terapeutiche di GABA, glutammato, lisina, valina, leucina, teanina, taurina e alanina. Questo paziente non dovrebbe assumere arginina e dovrebbe evitare cibi ricchi di arginina, comprese noci e cioccolato. La valina è estremamente importante nella malattia di Huntington e bassi livelli di valina causano problemi con la guaina mielinica sul nervo. Gli integratori di valina ad alte dosi terapeutiche possono aiutare con la malattia di Huntington, la SM, la SLA, la miastenia grave e la neuropatia diabetica. La carenza di valina può causare condizioni neurologiche degenerative e rallenta gli impulsi nervosi.

La terapia con aminoacidi può essere somministrata per via orale o endovenosa. Questa terapia non curerà il paziente, ma potrebbe ritardare la progressione e rallentare la morte neuronale. Ciò rallenterà la progressione del collasso cerebrale. Tratta questa malattia in modo molto aggressivo, utilizzando quantità molto grandi di aminoacidi di cui hai bisogno e usa molti estratti vegetali aggiuntivi per i sintomi cerebrali.

C’è un ottimo botanico per i disturbi motori della malattia di Huntington e dell’Alzheimer. Questa pianta colpisce i recettori dell’acetilcolina. L’acido alfa lipoico può aiutare con i sintomi di un impulso nervoso alterato in questa malattia.

Questo paziente dovrebbe provare enzimi digestivi tedeschi e probiotici per un periodo di tempo prolungato per valutare la loro efficacia nel protocollo di trattamento. Questo paziente dovrebbe seguire una dieta ricca di acidi grassi essenziali come salmone, olio d’oliva e avocado. Una persona del genere dovrebbe mangiare pesce d’acqua fredda almeno tre volte a settimana. Una dieta ricca di flavonoidi presenti in bacche, limoni, pompelmi, cipolle, porri, aglio, arance, albicocche, pesche e lime protegge il cervello. I supplementi anti-invecchiamento dell’acido alfa lipoico e le compresse o le capsule di erba di grano biologico sono molto utili per questa persona.

C’è un altro integratore che non è né un amminoacido, né vitamina, minerale o erba che la Medicina Ortomolecolare Quantistica userebbe per cercare di riparare l’RNA cellulare danneggiato che è emerso nella malattia di Huntington.

I CAMBIAMENTI ALIMENTARI PER QUESTA MALATTIA DEVONO COMPRENDERE UNA LIMITAZIONE DELL’AUMENTO DI SODIO E POTASSIO. Questo paziente non deve assumere diuretici. I diuretici possono accelerare la progressione di questa malattia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *